Misurazione periodica della pressione arteriosa: un valido alleato per la tua salute.

Prenota
 
 
La pressione arteriosa indica la forza con cui il sangue viene spinto attraverso i vasi sanguigni.

La pressione arteriosa dipende dalla quantità di sangue spinta dal cuore e dalle resistenze che si oppongono al suo scorrere.

La scala di misura usata per questa rilevazione è il millimetro di mercurio (sigla mmHg).

Ad ogni contrazione cardiaca (sistole) il sangue viene spinto in circolazione e le pareti dell’aorta (l’arteria che esce dal cuore) si distendono per favorire il passaggio del sangue.

Le pareti dell’aorta si dilatano e si contraggono in risposta alla quantità di sangue che le attraversa, regolando così la pressione del sangue.

Se il lume arterioso si restringe o le pareti perdono elasticità, si crea una maggiore resistenza che porta la pressione massima ad aumentare oltre i valori normali.

Quando il cuore si è svuotato inizia a riempirsi nuovamente di sangue (diastole), il flusso sanguigno nelle arterie diminuisce e la pressione scende al valore minimo (pressione diastolica o minima) subito prima della sistole successiva.

La pressione arteriosa minima dipende dalla resistenza che i tessuti oppongono al flusso del sangue.

In condizioni normali la pressione massima (sistolica) è pari a 120 mmHg mentre la pressione minima (diastolica) è pari a 80 mmHg.