Intestino e umore. La teoria dei due cervelli.

benessere-intestinale

L’intestino è uno degli organi più importanti del nostro corpo, capace di regolare stress, ansia e tensioni: funzioni fondamentali che si riflettono sul benessere di tutto il nostro organismo.

Sempre più spesso si sente parlare dell’intestino come del nostro secondo cervello.

La teoria dei due cervelli venne presentata per la prima volta in Italia da Michael D. Gershon, esperto di anatomia e biologia cellulare della Columbia University, nel 2004 e poggia su solide basi scientifiche.

L’intestino, infatti, pur avendo solo un decimo dei neuroni del cervello, lavora in modo autonomo, aiutandoci a fissare i ricordi legati alle emozioni e ha un ruolo fondamentale nel segnalare gioia e dolore.

Inoltre sono proprio le cellule intestinali a produrre il 95% della serotonina, che potrebbe essere definita il neurotrasmettitore “del benessere”, in seguito a stimoli esterni (cibo, suoni o colori) e ad input interni (emozioni e abitudini).

Non solo.

La mucosa intestinale è dotata di un vero e proprio sistema immunitario che, se funzionante, è in grado di difenderci dagli agenti esterni e avvisare anche il resto del corpo nel caso in cui si presenti un pericolo da fronteggiare così da poter mettere in moto tutte le difese necessarie.

Utile a tale scopo è la flora batterica intestinale, un mix di microrganismi di diverse specie che, quando si trovano in equilibrio, garantiscono il benessere al nostro corpo, impedendo ai “batteri e lieviti cattivi” di prendere il sopravvento facendo insorgere una lunga serie di patologie.

Al termine di un periodo di vacanza, durante il quale ci si può essere concesso qualche vizio alimentare o si è momentaneamente abbandonata l’attività fisica, è possibile sentirsi appesantiti o aver compromesso la nostra regolarità intestinale.

Questi sintomi non devono essere sottovalutati ed è possibile porvi rimedio con una dieta sana, ricca di fibre e fermenti lattici, e riprendendo quanto prima l’esercizio fisico.

Di seguito 5 suggerimenti, completamente naturali, per avere un intestino sano e pulito.

  1. Idratare l’intestino bevendo molta acqua (almeno due litri al giorno) e consumando cibi che ne siano ricchi.
  2. Scegliere alimenti capaci di garantire un buon apporto di fibre, vitamine, sali minerali e probiotici come verdure, cibi integrali, yogurt e latticini fermentati. Le verdure, oltre a vitamine e sali minerali, offrono anche un buon apporto di magnesio che favorisce la motilità intestinale contrastando la stitichezza. I cibi integrali, invece, contenendo molte fibre permettono di asportare eventuali residui di massa fecale dal colon.  Infine gli alimenti “alimenti probiotici” hanno delle componenti vive e attive che interagiscono con la flora batterica intestinale.
  3. Scegliere come condimento principale l’aceto di mele perché, ricco di pectine e fibre solubili, contrasta l’acidità di stomaco, velocizza il metabolismo e favorisce la proliferazione di batteri “buoni”.
  4. Inserire nella dieta i semi di lino, di chia e di psillio: essi contengono fibre alimentari solubili che con l’acqua creano una massa gelatinosa capace di trattenere le scorie rilasciate dall’organismo.
  5. Utilizzare il succo di Aloe Vera per favorire la digestione e la depurazione dell’intestino.
  6. Per eliminare i gas e favorire il transito intestinale, si può poi ricorrere a tisane a base di malva e rabarbaro.
  7. Limitare lo stress e le tensioni o contrastarle attraverso tecniche di rilassamento come la respirazione profonda e lo yoga.
  8. Fare attività fisica regolare per salvaguardare la circolazione, migliorare il metabolismo, e stimolare la motilità intestinale.
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
FacebookSeguici su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *