Influenza e sintomi influenzali

influenza

La patologia che annualmente costringe a letto milioni di italiani è l’influenza. Essa è di origine virale, ma può essere associata, ed avviene spesso, a complicanze batteriche comuni. L’influenza si diffonde rapidamente ed è altamente contagiosa.

I Sintomi dell’influenza

La sindrome dell’influenza è riconoscibile per caratteristiche precise e molto comuni:

-innalzamento improvviso della temperatura corporea oltre i 37°;

-sintomi sistemici diffusi come: dolori articolari e stanchezza ;

-sintomi respiratori quali raffreddore, mal di gola, tosse etc.

In alcuni casi il soggetto viene aggredito simultaneamente da più virus o batteri che attaccano il sistema respiratorio e possono provocare anche complicanze importanti come la sinusite, la polmonite o l’otite.

Si presume che la stagione fredda in arrivo porterà virus piuttosto “cattivi” e, a differenza dello scorso inverno, la stagione 2016/2017 avrà una forte epidemiologia influenzale.

È necessario quindi tutelate anticipatamente le categorie della popolazione maggiormente a rischio, in particolare gli anziani, attraverso la vaccinazione che è già disponibile in farmacia e presso i dipartimenti Asl di zona o i medici di famiglia.

Come limitare il contagio influenzale

Un consiglio sempre validissimo è quello, semplice e routinario, di lavarsi bene e spesso le mani ed evitare, per quanto possibile, i luoghi chiusi e molto affollati.

È inoltre possibile aiutare il nostro sistema immunitario a proteggerci attraverso alcuni comportamenti che dovrebbero far parte del nostro abituale stile di vita.

  • Alimentazione: assicurarsi di avere sempre un consistente apporto di vitamine attraverso frutta e verdura. Assumere acido ascorbico (vitamina C) periodicamente e non tralasciare la vitamina B, B6, B12 ( valido sostegno per le nostre difese).  Assumere regolarmente anche alimenti come lo yogurt, il pesce e gli integrali.
  • Forma fisica: mantenere il peso forma. Ricordate che in farmacia abbiamo sempre un nutrizionista che può darvi i consigli giusti.
  • Attività fisica: praticare movimento fisico regolare e costante.

La terapia per l’influenza

Oltre al riposo e ad una corretta assunzione di liquidi si può ricorrere a farmaci da banco, per cui non è obbligatoria la ricetta, per combattere i sintomi influenzali quali dolori muscolari, mal di testa, mal di gola e calmare la tosse.

Rimane comunque fondamentale consultare il proprio medico perché, a seconda del caso specifico, potrebbero essere necessarie terapie mirate (ad esempio antibiotici) per le quali è sempre necessaria la ricetta medica.

Per le mamme

I piccoli si ammalano con facilità, e se l’amore materno vede questa come una fragilità, in realtà si tratta di un percorso obbligato per avere, un domani, adulti sani e forti.

Il sistema immunitario del bambino mette infatti in atto un meccanismo di “raccolta” di memoria dei nemici cosicché un domani, entrando di nuovo in contatto con il medesimo agente patogeno, sarà in grado di attivare le difese immunitarie.

Gli ambienti scolastici, essendo affollati e chiusi, sono il tramite ottimale della viralizzazione dell’influenza. È importante avvisare sempre il pediatra e far rientrare i bimbi a scuola solo quando sono veramente guariti. Questo tutelerà gli altri bambini e sarà d’aiuto anche a nostro figlio perché gli eviterà ricadute.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
FacebookSeguici su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *